Temi dell'Agorà / Pensare altrimenti

Patria o muerte. Ce l'ha insegnato il Che

pubblicato il 09 Gennaio 2018

Perché una vera opposizione deglobalizzante al capitale liquido-finanziario possa prendere forma occorre vincere l’agorafobia e il pensiero unico. Occorre riconquistare anzitutto la sovranità mentale e avventurarsi alla ricerca di nuove sintesi che prendano congedo da quella dicotomia di destra e sinistra che, oltre a contrapporre in orizzontale gli sconfitti del mondialismo, impedisce l’emergenza di nuove composizioni politiche nazionali e patriottiche a vocazione socialista e internazionale, comunitaria e solidaristica.

Giova, a questo riguardo, rammentare, contro la vulgata che preventivamente liquida come fascista ogni riappropriazione del concetto di patria, che tutti i comunismi novecenteschi, pur nella loro imperfezione, si sono configurati – si pensi anche solo alla Cuba di Che Guevara e Fidel Castro – come patriottismi socialisti anti-coloniali di ispirazione marxista: patria o muerte, secondo la formula in cui si cristallizzava il socialismo patriottico del Che.

La deglobalizzazione non può attuarsi se non per il tramite del recupero della sovranità nazionale culturale, politica, militare, economica, monetaria ad oggi sotto sequestro ad opera del colonialismo culturale americano-centrico (american way of life per consumatori defraudati dell’identità e del radicamento etico), dei processi mondialistici di internazionalizzazione, delle dinamiche di estensione smisurata della NATO dopo il 1989 (allorché essa, di fatto, aveva perduto la sua fittizia funzione difensiva), dell’Unione Europea che ha sotituito le monete nazionali con la moneta privata e internazionale detta euro.

Occorre, in altri termini, riannodare tra loro il patriottismo comunitario e l’internazionalismo solidale delle nazioni sorelle e democratiche, opponendosi tanto al nazionalismo imperialistico (che è sempre una negazione della nazione altrui), quanto al globalismo sradicante monopolare a stelle e strisce. Deve essere questo il fundamentum della pratica e del pensiero dell'Interesse Nazionale. Chiedetevi perché il pensiero unico global-elitario si adoperi con cotanta solerzia nel demonizzare il concetto di patria e avrete tutti gli elementi per comprendere la situazione.

D. Fusaro

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione

Articoli correlati: